Domande frequenti

Posso incorrere in problemi con gli altri condomini?

Capita spesso che altri condomini esprimano delle lamentele. Premesso che l'installazione delle reti è ammessa dalla legge, una volta verificato che cosa afferma il regolamento contrattuale del palazzo, che prevale su ogni disposizione di legge, è importante assicurarsi che le strutture non alterino le linee architettoniche dell'edificio e inoltre che non siano in contrasto con eventuali regolamenti di polizia urbana (frequente il caso di prescrizione negli stabili d'epoca o in quelli inseriti nel contesto di un centro storico).
Consiglio di osservare che cos'hanno fatto gli altri condomini sui loro balconi per valutare il livello di tolleranza del condominio (tende non regolamentari, motori dell'aria condizionata, graticci per piante, mobili da giardino, finte edere ecc).
Nel caso si desideri si può comunicare all'amministratore la volontà di installare reti anticaduta allegando alla mail alcune foto esplicative. Sconsiglio di chiedere permesso all'amministratore.
Nella maggior parte dei casi è ammessa l'installazione di reti, alle volte si può andare incontro a scontri anche duri con alcuni condomini, purtroppo per ragioni culturali questo tipo di lavori è poco tollerato. Sta a voi decidere se affrontare eventuali problemi o se decidere di rinunciare, nella maggior parte dei casi  è sufficiente mantenersi saldi sulle proprie posizioni per risolvere la questione a proprio favore.

Cosa dice la legislazione a proposito delle reti?

Non esiste nessun articolo di codice civile che tratti l'argomento; esistono alcune sentenze di cassazione che si riferiscono a situazioni simili, ovvero installazioni su balconi e terrazze che hanno visto prevalere il condomino che aveva installato.  Sentenze: Cassazione 15 maggio 1987 n. 4474, in Arch. loc. cond., 1987, 478 Cassazione 28 novembre 1987 n. 4474, Viene precisato che: “devesi ritenere lecito il mutamento estetico che non cagioni un pregiudizio economicamente valutabile o che, pur arrecandolo, si accompagni a un’utilità la quale compensi l’alterazione architettonica che non sia di grave e appariscente entità”. "gli elementi da prendere in considerazione per stabilire se un intervento condotto sull'edificio abbia o meno provocato alterazione del decoro architettonico sono tre: l'esistenza di un'effettiva turbativa, una diminuzione di valore dell'intero edificio e delle singole unità immobiliari che lo compongono, l'utilità che deriva dalle opere o dagli interventi realizzati. Gli ultimi due sono strettamente correlati; infatti, se al danno economico prodotto dall'alterazione del decoro si contrappone un'utilità tale da compensarlo, non vi è turbamento. A riguardo, la Cassazione ha considerato legittimi gli interventi che, pur ledendo il decoro architettonico del fabbricato, non provocano un danno economicamente valutabile o, pur provocandolo, si accompagnano a un'utilità tale da compensare un'alterazione architettonica che non sia grave e appariscente: un'applicazione di questo principio può essere costituita dall'installazione di inferriate per motivi di sicurezza. " "Visibilità dell'opera” La visibilità di un manufatto realizzato da un condomino sulla sua proprietà esclusiva è essenziale ai fini dell'alterazione o meno del decoro architettonico, tanto che gli altri condomini non possono pretenderne la demolizione qualora esso non sia visibile dall'esterno o lo sia in modo trascurabile."

Esistono davvero reti invisibili?

Non esistono reti invisibili, ma le reti che montiamo sono decisamente la cosa meno visibile, fatta salva la sicurezza, che siamo riusciti a reperire sul mercato. Spesso sul web vengono definite invisibili le reti in nylon che invece dall'esterno sono visibili quasi quanto le altre, forse un po' meno dall'interno, ma che non sono completamente sicure. Installiamo reti in nylon solo su richiesta del cliente e senza garanzia di sicurezza.

Quanto dura una rete?

La rete in polietilene ha una durata di circa dieci anni, quella in nylon circa cinque.

Posso mettere le reti in presenza di tende da sole?

In presenza di tende da sole la rete viene normalmente fissata all'interno della tenda e fatta scendere leggermente inclinata fino a raggiungere il parapetto. Le eventuali manovelle per muovere la tenda vengono inserite tra le maglie della rete a lavoro ultimato.

Come devo fare per ottenere un preventivo?

Per ottenere un preventivo sono necessari tre elementi
    ⁃    Fotografie del balcone
    ⁃    Lunghezza e profondità del balcone (approssimativamente)
    ⁃    Località in cui si trova la casa, se a Milano anche la zona.

Compila questo questionario con i dati richiesti e ottieni una quotazione.

Non mi fido del polietilene, posso installare una rete in metallo?

Affinchè restino tese e piacevoli alla vista le reti in metallo necessitano di una struttura portante molto più resistente di quelle che montiamo noi.  Inoltre sono molto più visibili dall'esterno e molto più opprimenti dall'interno. Consiglio a chi desidera una rete in metallo di rivolgersi ad un fabbro.

Posso far crescere piante rampicanti sulla rete?

Le piante rampicanti non vanno d'accordo con le reti per due motivi, il primo è che col tempo possono deteriorare le reti o deformarle. Il secondo è che in presenza di reti diventa molto difficile gestire la pianta, ovvero potarla. Si tratterebbe di inserire le forbici attraverso le maglie col rischio di tagliare la rete e di far cadere i rami tagliati nel balcone sottostante o sul marciapiede. Consiglio per chi desidera tenere reti rampicanti vicino alle reti di farle crescere su appositi graticci di legno distanziati di almeno dieci centimetri dalle reti e monitorare spesso la pianta per evitare che i getti si intreccino alla rete.

Come si comporta la rete in caso di forte vento?

La rete non oppone resistenza al vento, non ho segnalazioni di reti rotte a causa del vento. Importante non applicare zanzariere o tende da sole alle strutture della rete.

Bisogna bucare il muro per mettere la rete?

I telai di sostegno delle reti sono fissati a muro tramtie tasselli da 6 mm; uno ogni ottanta centimetri circa. Sulle ringhiere i telai sono fissati tramite viti da ferro. Non utilizziamo pali telescopici, colle o simili.

Di che colore sono le reti?

Le reti in polietilene sono nere o verde scuro, le reti in nylon sono trasparenti come la lenza da pesca, le reti in metallo sono normalmente verdi (plastificate) o color alluminio (zincate)

Posso utilizzare il plexiglass per chiudere il balcone?

È possibile a patto di creare pannelli alti almeno due metri e di fissarli a strutture solide e resistenti anche al forte vento.
Noi non trattiamo plexiglass.

Visitando questo sito web si autorizza l’impiego di cookie. Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.